Il Cavolfiore

novembre 25, 2017 Benessere e Alimentazione  Nessun commento

Il cavolfiore è una delle verdure più nutrienti e salutari del mondo. Dovrebbe essere considerato fondamentale per la nostra alimentazione, per via della ricchezza e varietà delle sua proprietà benefiche.

 

 

 

Tipicamente invernale e molto diffuso in Italia, il cavolfiore fa parte della famiglia delle crocifere, insieme ai broccoli, ai cavoli e ai cavoletti di Bruxelles, e’ presente in due varianti: il cavolo bianco e il cavolo verde, entrambi molto usati in cucina.

Il cavolfiore è un alimento prezioso con tante proprietà utili all’organismo. Tra le tante proprietà del cavolo ricordiamo quella antinfiammatoria: il cavolo è un antinfiammatorio naturale ed è utile per combattere artrite e patologie cardiache. Il cavolfiore contiene principi nutritivi come potassio, calcio, fosforo, ferro, acido folico, vitamina C ecc. e principi attivi anticancro, antibatterici, antiossidanti, antiscorbuto. La sua proprietà depurativa e rimineralizzante favorisce la rigenerazione dei tessuti.Indicato in caso di diabete per le sue particolari proprietà, contribuisce a controllare i livelli di zuccheri nel sangue. Inoltre, secondo alcuni studi americani il cavolfiore ha proprietà anticancro e aiuta a prevenire il cancro al colon e l’ulcera, oltre che è efficace per curare l’anemia. Secondo studi recenti, il cavolfiore sarebbe efficace anche nella prevenzione del cancro alla prostata.
Il cavolfiore bianco può essere impiegato in molti tipi di ricette. Qualunque sia il tipo di preparazione scelto, il cavolfiore deve essere quasi sempre precedentemente bollito (a meno che non si mangi crudo, tagliato sottilmente e condito con olio, limone e sale).
Durante la cottura in acqua viene eliminato parzialmente il sapore piuttosto intenso ed aspro.
Oltre ad essere lessato, il cavolfiore può essere cucinato al gratin, consumato in bianco, sia caldo che freddo, accompagnato da salse (maionese, salsa tartara e vinaigrette quando è freddo, oppure burro fuso e salsa olandese quando è caldo), avvolto nella pastella per fritti, saltato al burro e può essere impiegato nella preparazione di altri piatti, come il soufflé, purè e primi piatti a base di pasta o di riso.

 

 

 

 

Share

Lascia una risposta

Puoi utilizzare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>