La “scrucchiata” abruzzese

Dicembre 5, 2017 ConfettureCucina abruzzeseRicette  Nessun commento

Tempo di preparazione: 180 Minuti
Ricetta per: 6-8 Persone

La confettura di uva che in Abruzzo si chiama scrucchiata per la particolare consistenza che appunto scricchiola sotto i denti.

Una delle tanti tradizioni abruzzesi  è quella di preparare la marmellata d’ uva detta “scrucchiata” con Uva Montepulciano d’Abruzzo e senza aggiunta di zucchero. Essa deriva da una lunga tradizione  che prevede l’utilizzo della pellicciola, un antico setaccio per la passatura reperibile in alcuni mercati paesani,  il suo nome ha origine dal tipo di lavorazione utilizzata. Dopo il distacco degli acini interi, questi vengono schiacciati manualmente tra il pollice e l’indice con eliminazione dei vinaccioli, e da questa operazione di scrocchiatura o sclucchiatura deriva il nome dialettale di “scrucchiata” o “sclucchiata”. 

Una delle cose fondamentali è affidarsi a qualche buon contadino che nel mese di settembre vendemmia per la marmellata d’uva  abruzzese.

Ingredienti:

  • 3 kg di uva Montepulciano

Preparazione:

Sgranare l’uva, sciacquarla velocemente sotto l’acqua corrente e porre gli acini in una pentola con fondo spesso. Mettere sul fuoco e mescolare con un cucchiaio di legno. Una volta raggiunta la fase di ebollizione abbassare la fiamma e continuare a mescolare di tanto in tanto per ottenere un composto omogeneo. Trascorsi circa due ore spegnere il fuoco e lasciare raffreddare. Effettuare la passatura con un passa verdure  che abbia i buchi della grandezza media  per eliminare i semi e le bucce. Porre di nuovo il composto passato nella pentola e rimettere sul fuoco. Finchè non si ritira e diventa una marmellata. Verso la fine della cottura aggiungere lo zucchero. Quando si sarà raffreddata riempire i vasetti di vetro.

 

 

 

 

Share

Lascia una risposta

Puoi utilizzare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>