Il Mirtillo: proprietà e benefici

novembre 24, 2018 ArticoliCibi e Salute  Nessun commento

 Il mirtillo è un frutto di bosco, goloso e ricco di proprietà benefiche

I mirtilli sono piccoli arbusti. Il gigante tra i mirtilli, il Vaccinium arboreum del Nordamerica, è un piccolo albero, che può arrivare a 9 m. Altri mirtilli sono arbusti che superano il metro, mentre molti (tutti quelli presenti in Italia) sono di piccole dimensioni o addirittura striscianti.

Il mirtillo nero (Vaccinium myrtillus) fiorisce in maggio e fruttifica in luglio-agosto, ha foglie ovali e frutti bluastri, che si consumano freschi o trasformati in marmellata. Il mirtillo rosso (Vaccinium vitis-idaea) ha foglie coriacee sempreverdi, con fiori bianchi o rosa, riuniti in grappoli terminali; produce bacche rosse commestibili ma amarognole, anch’esse adatte ad essere trasformate in marmellata.

I fiori hanno una forma tipica a orcio rovesciato, con petali saldati tra loro. Questa forma è comune a tutte le Ericaceae.

I frutti hanno l’aspetto di bacche, ma in realtà sono false bacche, come le banane e i cocomeri, perché si originano – oltre che dall’ovario – da sepali, petali e stami.

Principi

I mirtilli, oltre ad essere ricchi di vitamine e antiossidanti, si prestano a moltissime ricette e sono ottimi anche al naturale, appena colti.

Il loro colore è affascinante ed enigmatico, ma ciò che oggi ci interessa affrontare sono gli ottimi miglioramenti che è capace di apportare al nostro organismo anche un solo bicchiere di succo al giorno!

Ecco perchè:

  • sono antitumorali: le antocianine contenute infatti in questo frutto sono un potentissimo alleato per le difese immunitarie ,

    sono capaci di inibire l’attività di alcuni enzimi che distruggono il collagene e i tessuti elastici dei capillari e dei vasi del sistema circolatorio periferico, provocando fragilità e la loro eccessiva permeabilità.

    Queste sostanze inoltre favoriscono e aumentano la velocità di rigenerazione della porpora retinica (la rodopsina) degli occhi, che è il pigmento della retina, essenziale per la visione in condizioni di scarsa luminosità, acuendo la vista specialmente la sera, quando c’è poca luce.

    Le antocianine del mirtillo hanno anche un effetto antisettico utile nel trattamento della diarrea, delle coliche dolorose addominali e delle cistiti. Recentemente si è scoperto che inibiscono l’adesione dei colibacilli alla parete dell’intestino e della vescica, fornendo così una spiegazione al loro uso nelle infezioni urinarie e intestinali, provocate dall’alterazione della flora batterica.

  • prestano sostegno cardiocircolatorio: sono spesso inseriti nelle terapie di pazienti con problematiche venose
  • sono un grande alleato della vista
  • sono antiossidanti e antinfiammatori
  • ricchi di vitamine: A,C,E e alcune del Gruppo B come l’acido folico

Le foglie di mirtillo inoltre, sono un ottimo ipoglicemizzante e proteggono dai danni del diabete, del fumo e dell’ipertensione e godono di proprietà diuretiche e disinfettanti dell’apparato urinario. Inoltre, l’uso popolare riconosce la marmellata di mirtilli quale regolatrice delle funzioni intestinali.

Controindicazioni

Si consiglia di evitare l’uso di estratti e altri prodotti da banco, sia a base di frutti che di foglie, in gravidanza e allattamento.
Il mirtillo è anche controindicato:

  • Nei soggetti potenzialmente allergici
  • In caso di diabete trattato farmacologicamente: le foglie di mirtillo potrebbero abbassare la glicemia sommando il proprio effetto a quello dei farmaci.
  • Prima della chirurgia: per la stessa ragione appena descritta, si consiglia di interrompere l’assunzione di mirtillo almeno due settimane prima di un intervento chirurgico pianificato.

 

Bibliografia

il materiale è reperito dal web, qualora fosse richiesto, inseriremo i dovuti credits.

Share
Tags:  

Lascia una risposta

Puoi utilizzare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>